Scrivendo…


Amore di Super Luna

barra_titolo_rose
Luna rossaApro con qualche cenno tecnico-scientifico, giusto per riscaldare la mia “penna”?
Questa sera, sì, stasera? la Super Luna. Un evento astronomico degno di nota, cioè, per coloro che studiano il Cielo e le Stelle, la vita dell’Universo, il movimento dei pianeti e dei loro satelliti, le eruzioni solari, le tempeste cosmiche? ecco, quest’ultima definizione la farei decisamente mia. Tempesta cosmica.
Ma andiamo per gradi. Sappiamo che la Luna è l’unico satellite del nostro pianeta (al contrario di Giove che ne conta addirittura 67), e sappiamo anche che essa gira intorno alla Terra, ma forse, non tutti sanno che la Luna non percorre un’orbita circolare, bensì ellittica, così, ogni mese in cui termina il suo lustro giretto e diventa piena (fase lunare del plenilunio), non si trova mai alla stessa distanza dalla Terra. I valori minimi e massimi (perigeo ed apogeo) scandiscono una differenza di circa 50.000 chilometri, ergo, quando la Luna piena è in perigeo, si trova
[...]

Un Anno che finisce, un Capodanno non è mai banale…

barra_titolo_rose
capodanno 2014In attesa dell’ora X, questa Fata Stregata, come la chiama il suo beneamatissimo Principe, si accinge a far bilanci, o magari uno, uno davvero importante ? per me strabiliante ? la sintesi del Tutto.
Anno complicato, travagliato, affaticato e a tratti pazzesco, per quanto inaspettato in numerosi suoi aspetti. Il 13 è un bel numero, sempre amato, come il 17 e tutti i 7 del mondo. Il 7 è, e resterà il mio numero prediletto, punto d’incontro per congiunzioni strane, magiche, non per nulla la mia data di nascita è piena di 7.
Ma questo 13, dicevo dunque, ha un bel po’ di cose da raccontare? prima di tutto, evento secolare, quantomeno per la mia esistenza, in questo anno magico, e posso sicuramente definirlo così, ho ribaltato priorità e lifestyle. Da sfegatata e più che convinta cittadina quale sono sempre stata, mi sono trasformata in una eccellentissima (consentitemelo dire) “ragazza di campagna”. Da un attico che svettava sopra il mondo, una specie di torre irraggiungibile, da un bunker alato ho piantato le tende in mezzo ad un bosco, con tanto di fiume sovversivo che per ben due volte è stato sul punto di straripare. Dedita ai fiori, al rastrello e alla “zappa”, ho abbandonato il mio superinseparabile tacco 12 per indossare sempre e solo tacco 0, improvvisandomi papera per i primi tre mesi? mesi ardui, il tallone ballava ed il mondo
[...]

Quando si dice Amore…

barra_titolo_rosetiamo1Parlare d’Amore oggi pare una cosa scontata, o peggio voler far circolare la solita aria fritta. Io ho un concetto piuttosto particolare dell’Amore, diciamo immacolato, sia pure inviolato. Potrebbe sembrare abbastanza cinico visto che ne ho fatto una professione, con l’Amore, ma d’altronde una delle cose fondamentali per raggiungere pienezza di vita è proprio questa, guadagnarti “da vivere” mediante una tua passione, facendo quello che ti piace, che gratifica, che ti soddisfa, qualcosa con cui puoi dare e darti completamente, e non tutti purtroppo, dato anche il periodo storico fortemente drammatico che stiamo vivendo, ne hanno la possibilità.
Premesso che Amore non significa una scatola di cioccolatini a San Valentino od una rosa per un’occasione speciale, anche se un dolcetto ed un fiore fanno sempre piacere (gestuale s’intende, i fiori devono morire esattamente dove sono nati), l’Amore rappresenta per me forse più un ideale, una meta irraggiungibile, perché essendo “Tutto”, ed il Tutto che deve essere, implicherebbe l’oscuramento di ogni cosa che esiste al di fuori di esso. Badando però, che non esiste nulla che non sia Amore, che non sia nato dall’Amore, l’Amore ha quante più facce possibili possano esistere su questa Terra, ed oltre… dalla microscopica molecola che forma una goccia del mare, che Ama il mare, ad un singolo frammento di polvere di stella,
[...]

La Generazione degli Anni ’70, un piede tra due Ere

barra_titolo_roseTrova AmoreNoi siamo una generazione strana, quella nata negli anni ’70. Una generazione che conserva ancora il sapore della vita senza tecnologia. Rammento che all’epoca in cui andavo a scuola non esistevano cellulari e computer, Internet era un concetto inesistente e non esistevano neanche macchine fotografiche per poter fotografare una immagine sullo schermo di un televisore. Oh se ci ho provato! «Sono in fase di brevetto, forse un giorno» mi diceva il mio fotografo, quel poveretto che sommergevo ogni settimana, puntualmente, di rullini fotografici e di domande.
Ho sempre follemente amato la fotografia, i ricordi, immortalare momenti speciali con le persone che ami…

Mi ricordo quando avevo da poco superato i vent’anni, il primo cellulare… non lo aveva quasi nessuno… tra i miei amici fui la prima e spesi 1.700.000 lire per un ETACS della Motorola, un vero e proprio mattone, il cui invio degli SMS era ancora utopia. Le tariffe? Uh! Con la SIP (Telecom) pagavi quasi 2.000 lire al minuto, per non parlare del costo dell’abbonamento ultra-lusso e della ricezione, potevi telefonare solo in cima ad una montagna… «Sai» mi disse un mio amico «in futuro ci sarà l’opportunità di inserire nel cellulare una scheda con un numero che potrai spostare da un telefono all’altro, con un credito prepagato senza l’obbligo di avere un abbonamento, e potrai telefonare ovunque grazie all’utilizzo dei [...]

Odysseus, l’Eroe…

barra_titolo_roseulisseEsemplare e dominante figura del mito greco, Ulisse, che i Greci chiamavano Odisseo (dal greco Ὀδυσσεύς, Odysseus), è il personaggio più seducente e versatile tra gli eroi del Mondo Antico. Originario di Itaca, è uno degli eroi Achei descritti e narrati da Omero nell’Iliade, ed in seguito protagonista dell’Odissea, una decennale epopea in cui si narra il suo ritorno in patria dopo la caduta di Troia.
Al contrario di Achille, personaggio principale dell’Iliade, il quale agisce dominato dagli istinti primordiali (l’Ira in particolare), Ulisse invece (?uomo dal multiforme ingegno?), ricorre sovente a stratagemmi e ai suoi molteplici talenti. Egli è la personificazione dell?astuzia, del coraggio e della curiosità, nonché simbolo di diplomazia ed abilità oratoria. Un Eroe leggendario dalla straordinaria risolutezza d?animo, era anche un acuto osservatore ed un abilissimo stratega, molto prudente. Grazie a ciò, egli poté superare difficoltà all?apparenza insormontabili, riuscendo così a ritornare nella sua amata patria, come appunto ci narra Omero nell?Odissea.
Ulisse è considerato uno degli Eroi più valorosi, inferiore solo ad Achille ed Aiace Telamonio, ma è il primo fra tutti per quanto concerne l’intelligenza
[...]

L’Angelo dell’Amore

barra_titolo_roseangelo dell'amoreNella Mitologia Romana, il Dio dell?Amore è Cupido (dal verbo latino cupere, ?bramare?), figlio di Venere e Vulcano, mentre nella Mitologia Greca corrisponde ad Eros (in origine Egli è figlio del Caos, l?abisso buio e silenzioso da cui nacquero tutte le cose, e personificazione dell?Armonia), rappresentato generalmente come un fanciullo alato con arco in mano e faretra sulle spalle (contenente frecce magiche), a volte bendato per ricordare la cecità dell?Amore, e descritto come un ragazzo dispettoso che si diverte a colpire uomini e Dèi con le proprie frecce d?argento per farli innamorare perdutamente. In seguito viene visto come giovane bello ed affascinante accompagnato da Imero, ?Desiderio?, e Foto, ?Bramosia?.
Cupido è uno dei più famosi simboli dell’Amore. Con le sue frecce Cupido poteva suscitare la passione amorosa
[...]

L’Apertura del Cuore

barra_titolo_rosecuoreL?uomo, al pari di ogni altra creatura, non esiste ?a caso? e non è libero di fare ciò che vuole: l?intera vita di un uomo rappresenta una delle innumerevoli tessere dell?inconcepibile mosaico che è il Piano Divino. La completa realizzazione interiore dell?essere umano, coincide unicamente con la sua capacità di comprendere e di adeguarsi a tale Piano.
Egli può anche esprimere il suo libero arbitrio disinteressandosi alla missione che gli è propria ma, al di fuori del Progetto del Grande Architetto, l?uomo diventa una scheggia impazzita destinata a vivere soffrendo? e condannata a morire.
Ogni individuo, nascendo, eredita un Destino personale che è direttamente connesso alla sua storia passata: questa è la ?croce? che gli spetta di portare. Egli deve migliorare il suo carattere e sviluppare emozioni superiori, incontrando persone e vivendo situazioni che gli consentono al contempo di esaurire il suo Karma. Parte della vita di ogni uomo sarà pertanto orientata a portare a compimento le conseguenze delle sue azioni intraprese nelle esistenze passate, siano
[...]