Capitoli di: La Luce del Risveglio

LA LUCE DEL RISVEGLIO, Cap. 1

«Non ti sembra di spremere un pochettino troppo l’acceleratore?» Beth era in opulenta ansia, la velocità non le era mai andata a genio, in particolar modo quella di Kevin, che era sempre stato un imprudente sulla strada, a dir poco spericolato. In più di un’occasione, quando era stata in auto con lui, avevano rischiato di rimanere coinvolti in sinistri con altri veicoli, nonostante che per buona sorte i pericoli fossero stati scongiurati, talvolta addirittura all’ultimo secondo.

«Via, Beth! Stiamo percorrendo la statale ed è per giunta deserta, non c’è alcun rischio. So cosa sto facendo, non avere nessuna paura.» Kevin Leggi tutto

© Christine Kaminski | Vietata la riproduzione senza consenso scritto

Tag:,

LA LUCE DEL RISVEGLIO, Cap. 2

«Allora?»

Colin trasalì, nel sentir emergere da lontano ma brusco, il tono reclamante di Beth, che lo stava fissando con fervida impazienza.

«Che?» La osservò perplesso, sospettando che avesse intuito i suoi pensieri. Beth era sempre stata sbalorditivamente perspicace, talvolta riusciva addirittura a sentire epidermicamente le sue sensazioni.

Il loro era un legame molto forte, quasi simbiotico, e in più di una circostanza lei gli aveva fatto tana. Ma d’altra parte lui era una persona trasparente, ed era raro che dissimulasse le sue taciturne elucubrazioni.

«Verrai con questa Alicia?» Beth non aveva invece carpito i suoi pensieri. Ma forse era Leggi tutto

© Christine Kaminski | Vietata la riproduzione senza consenso scritto

Tag:,

LA LUCE DEL RISVEGLIO, Cap. 3

Caleb riconobbe gli incartamenti e s’irrigidì. Come faceva Colin ad esserseli procurati?

Poi il suo sguardo andò alla cassaforte, e soltanto al momento rammentò la circostanza in cui nel pomeriggio, sistemandoli con cura per custodirli ermeticamente, aveva d’improvviso udito l’arrivo di un’autovettura che s’approssimava al piazzale. E per la sopravvenuta, imperante emozione di rivedere la sua piccola Elizabeth, forse non era stato più padrone dei suoi gesti e senza rendersene conto, l’aveva lasciata schiusa.

«Papà, sto aspettando. È uno scherzo, vero?» Colin era sulle spine, ansimante ed irrequieto, esaminando il volto del padre che insisteva a non rispondergli, cosa che Leggi tutto

© Christine Kaminski | Vietata la riproduzione senza consenso scritto

Tag:,